jueves, 16 de octubre de 2008

El Otoño (en Europa), el Castagno y una birra...

"...Sicuramente il fattore predominante dell’autunno sono gli splendidi colori che la natura riesce a creare. Il paesaggio cambia notevolmente la sua veste, trasformando il verde in un’infinità di colori che sfumano dal rosso, al giallo e al marrone, mentre gli alberi iniziano a perdere il loro vigore lasciando cadere le foglie al terreno. Tra questi però ce n’è uno in particolare che deve ancora terminare il suo ciclo vitale: il castagno !!!
La castagna, il frutto simbolo dell’autunno, deve il suo nome probabilmente alla città Kastania, in Tessaglia, o di Kastanis, città del Ponto, in Turchia asiatica, dove, secondo Plinio, c’erano molti boschi di castagno.
Per secoli la castagna è stata uno degli alimenti principali per le popolazioni che vivevano in collina e in montagna. La coltivazione di questo frutto era già nota nel Medioevo, quando la gente cominciò ad innestare le piante selvatiche per avere frutti più grossi e consistenti. Oltre che per i frutti era importante anche per il legno, particolarmente resistente, veniva utilizzato per costruire staccionate o tegole per tetti, dette “scandole”.
La corteccia veniva impiegata per i pavimenti, porte, finestre, piatti e anche per gli attrezzi dell’orto. Le foglie erano usate come lettiera per le stalle. La raccolta di solito veniva fatta dalle donne, le quali adoperavano la castagne anche come alimento per il bestiame, preparando dei pastoni per maiali, galline…. La farina di castagne veniva aggiunta a quella di grano per la preparazione del pane.
La corteccia, il legno e la pelle dei frutti contengono un’alta percentuale di tannini ed hanno proprietà astringenti. Nel Cinquecento i medici raccomandavano castagne secche per curare disturbi intestinali, mentre per curare i morsi dei cani rabbiosi occorreva tritarle con sale e miele. Oggi le foglie di castagno vengono utilizzate per preparare infusi contro la tosse e la bronchite.
Una piccola curiosità: Lo sapevate che a Busalla (GE) hanno “inventato” una birra ricavata dalla castagna?!? La castagnasca è il nome che hanno dato a questa birra che alza 6 gradi alcolici. Essa va bevuta non troppo fredda e si sposa bene con carni bianche, ma anche con dolci di castagne, come ad esempio il tipico castagnaccio toscano..."
(Di scimmietta1979)

No hay comentarios: